Agenda: Il maggio dei libri (23.04-31.05.2017)

SLIDE_2Con il 23 aprile, giornata mondiale Unesco del libro e del diritto d’autore, torna la campagna nazionale di promozione del libro e della lettura “Il maggio dei libri“, promossa (dal 2011) e coordinata dal Cepell/MiBACT per “sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile”. Il tema che viene suggerito quest’anno è quello del “benessere”: sono tante le ricerche che dimostrano che leggere fa bene (e leggere insieme è ancora più bello!).

Abbiamo in cantiere alcune iniziative: seguiteci qui per gli aggiornamenti!

Annunci

Io leggo perché …ho una biblioteca intorno a me!

leggiamo perchéStamattina la biblioteca ha ricevuto la graditissima visita degli allievi della 3^ B della Scuola Primaria di via del Calice che, accompagnati dalla maestra Caterina e da mamma Cristina, hanno voluto conoscere “Biblioteca Statuario” più da vicino, sapere come è organizzata, come funziona e, soprattutto, leggere, sentir leggere e curiosare tra gli scaffali letteralmente presi d’assalto!

Don Jess ha parlato dell’importanza della lettura e dell’uso della biblioteca; ha parlato anche del suo Paese – le Filippine -, così lontano da noi!, e insegnato una simpatica canzoncina in inglese – 1,2,3 …hi! -. Filippine

Una breve pausa in giardino per una veloce merenda e poi …via a leggere! Luisa, dopo aver illustrato il funzionamento della biblioteca, ha letto “Per sempre amici” e “Ada e i rifiuti“, perché è importante voler bene e rispettare gli amici, voler bene e rispettare l’ambiente, dare sempre una mano tanto per aiutare un amico, quanto per aiutare a migliorare l’ambiente che ci circonda. SAM_8093Dopo aver curiosato tra gli scaffali, cosa c’è di meglio che accomodarsi ad assaporare un altro po’ di storie? Volete sapere perché leggono? io leggo perché

  • “perché ho voglia di esplorare il mondo leggendo e perché imparo cose e imparo un po’ di più d’italiano” (Flavia)
  • “per imparare parole nuove, per leggere storie nuove, per divertirmi” (Samuel)
  • “perché così leggo più veloce e imparo cose nuove” (Alessandro)
  • “perché ho passione per la lettura e anche per studiare”
  • “perché impari” (Matteo)
  • “perché conosco più cose e perché è molto interessante” (Alice)
  • “perché la lettura insegna tante cose ed è molto interessante” (Selvaggia)
  • “perché ti impara tante cose” (Elisa)
  • “perché si scoprono cose nuove” (Fausto)
  • “perché scopro tante cose nuove e sono emozionanti” (Jonathan)
  • “perché mi piace scoprire mondi fantastici” (Rachele)
  • “Perché mi piace e ho voglia di imparare nuove parole”
  • “per imparare tante cose” (Valentina)
  • “perché è bello, scopri tante cose e perché è pure un passatempo bellissimo” (Caterina)
  • “perché la lettura mi apre un mondo nuovo” (Asia)
  • “perché ho tanta passione e perché è molto bello scoprire tante cose” (Marilù)

SAM_8103-ok …E tu perché leggi? (Scrivilo in un commento a questo post o passa in biblioteca a dircelo!)

Un libro, una rosa: 23 aprile, giornata mondiale del libro

Sant-JordiIl 23 aprile, San Giorgio, si rinnova la tradizione, mutuata dalla Catalogna (di cui San Giorgio è patrono), dello scambio di libri e rose. La leggenda vuole che dal sangue che sgorgava copioso dal drago, trafitto dalla lancia di San Giorgio, allora giovane cavaliere, fiorisse una rosa rossa. Questi la donò in segno di rispetto alla principessa, appena liberata dalle grinfie del drago, la quale, riconoscente, ricambiò con un libro.

Proprio il 23 di aprile è anche una giornata di varie ricorrenze (nascita o morte) di grandi autori letterari – William Shakespeare, Inca Garcilaso de la Vega, Maurice Druon, Miguel de Cervantes, Vladimir Nabokov, Manuel Mejía Vallejo, Halldór Laxness, Josep Pla – tanto che è riconosciuta dall’Unesco come “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”. Già Barcellona (Spagna), sulla spinta dello scrittore ed editore Vincent Clavel Andrés, aveva promosso l’istituzione di una giornata di festa del libro, proposta che fu recepita dal re Alfonso XIII, istituendo con decreto, il 6 febbraio 1926, la Giornata del Libro spagnolo, che dal 1931 è celebrata nella data del 23 di aprile.

1423669210_imagesIl 23 aprile si apre un mese intenso di iniziative in tutte le parti d’Italia, molte delle quali sotto l’egida del Centro per il libro e la lettura del MiBACT che, assieme a molti partner, promuove “il maggio dei libri” e dell’AIE che ha organizzato la campagna “#ioleggoperché” (per la quale Samuele Bersani e Pacifico hanno composto la canzone “Le storie che non conosci“).

Anche la nostra Biblioteca Statuario aderisce a “il Maggio dei libri” e “#ioleggoperché”, organizzando alcuni incontri di lettura per le scuole.

Progetto “In vitro” per piccoli grandi lettori

in-vitro

Il Centro per il libro e la lettura (CEPELL) del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT) promuove il progetto sperimentale “In vitro” (basato sulla positiva esperienza di “Nati per leggere”)  con lo scopo di crescere “piccoli grandi lettori” e diffondere la lettura come una pratica sociale radicata.

In collaborazione con Arte Cultura Spettacolo (ARCUS) e l’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato (IPZS), il Cepell ha allestito percorso bibliografico per uno scaffale dei bambini 0-3 anni.

In biblioteca è possibile prendere visione dei materiali informativi e di alcuni titoli che abbiamo ricevuto in dono.

Gialla, rosa e/o…

2014-08-01_ Giallo-rosa-e

Gialla? Rosa? …

Non stiamo parlando delle maglie ciclistiche (come quelle del Tour de France , stravinto quest’anno dal nostro Vincenzo Nibali), ma dei diversi generi delle novità in biblioteca: ve ne sono per tutti i gusti, da leggere d’estate sotto l’ombrellone – o, piuttosto, sotto l’ombrello…-.

Le diverse storie non aspettano altro che le facciate vivere con la vostra lettura. Non lasciate poltrire i loro protagonisti! Loro non vanno mai in ferie…