Scorpacciata di …informazioni!

 Ieri 30 maggio 2010 abbiamo fatto una vera scorpacciata di …informazioni sull’alimentazione e, soprattutto, sulle insidie della cattiva e disordinata alimentazione.

Il dott. Adalberto Pagano, con le consuete affabilità e pazienza, ci ha guidato all’esplorazione della piramide – non quella egiziana! – ma dei nutrienti e del corretto rapporto, per esempio, tra carboidrati, verdure, carni e dolci.
Potete, come al solito, leggere una sintesi dell’intervento QUI  e la presentazione QUI.

Alla fine di questo ciclo di incontri, ringraziamo Dante Martino per la cortese e fattiva collaborazione in sala.

Annunci

Figli e giochi di altri tempi (8.06.2010)

 Nell’ambito della Festa della Comunità, martedì 8 giugno alle ore 17,  si terrà un appassionante incontro, in collaborazione con le università “Sapienza” e “Roma Tre”, sull’infanzia e sui suoi giochi a Roma e nel Lazio tra 8 e ‘900. Intervengono i Proff  Luigi Stanziani e Umberto De Angelis. Seguiranno un laboratorio ludico e l’inaugurazione della mostra fotografica. Non mancate!

(A richiesta, attestato di partecipazione a fine incontro)

Occhio al peso!

 Questa è la parola d’ordine dell’incontro sulla salute in programma domenica prossima 30 maggio. Vi aspettiamo in Sala Polivalente alle 16.30: il dott. Adalberto Pagano sarà a nostra disposizione per informarci puntualmente sui rischi connessi alla cattiva alimentazione e al sovrappeso. Non mancate (e portate anche gli ultimi esami)!

21 maggio 2010: quel giorno che a scuola si lesse un libro

 Ecco un invito agli insegnanti, da parte di Carla Ida Salviati, Direttore de «La vita scolastica», a dare l’emozione della lettura ai loro ragazzi il 21 prossimo venturo:

“Io spero che il 23 maggio diventi, negli anni, una giornata importante: la festa del libro è da segnare sul calendario. Alle feste si fanno i regali e ne ho in mente uno da consigliare agli insegnanti: è un regalo un po’ trasgressivo, forse persino un po’ provocatorio. Ecco: poiché il 23 è domenica, il 21 potrebbe essere il “giorno del libro a scuola” e voi regalate una giornata di lettura ai vostri ragazzi.
E dove sarebbe la stranezza, l’eccezionalità, la trasgressione?, obietterà qualcuno: O che non si legge ogni giorno, continuamente, in ogni scuola del mondo, ciascuno alla propria ora, ciascuno con i propri suoni, ciascuno con le proprie storie? Regalate una giornata di vostre letture, intendo: regalate la vostra voce ad un libro, scelto come vi pare e garba… Continua a leggere la lettera QUI