Agenda: Costruttori di libri (Roma 11/04/2019)

In programma a Roma, presso l’Aula Volpi del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre (via Castro Pretorio 20) per l’intera giornata di giovedì 11 aprile l’appuntamento “Costruttori di libri: conversazioni in pubblico sulla letteratura per l’infanzia contemporanea“.

Per i dettagli si rimanda al PROGRAMMA

Agenda: Cancelli aperti 18/04/2019

18_aprile_copia (Small)

(Fonte: Parco Appia Antica, 2019)

In programma il prossimo 18 aprile pomeriggio, dalle ore 15.30, l’appuntamento de “I Colloqui di Cancelli Aperti” – La via Appia a Brindisi. Archeologia partecipata al Parco di Muro Tenente: studio, comunicazione e valorizzazione di un insediamento messapico, dall’età protostorica all’età romana”, incontro curato dal Parco Regionale dell’Appia Antica e dalla Biblioteca FabrizioGiucca. Il prof. Gert Jan Burgers interverrà per farci conoscere l’Ecomuseo della via Appia a Muro Tenente, in provincia di Brindisi, nell’area del tratto finale del percorso della “Regina viarum”. Un interessante esempio di “archeologia partecipata”, in cui la comunità si è riappropriata del proprio patrimonio culturale. 

Ingresso libero. Info: biblioteca@parcoappiaantica.it .

Sede: Sala conferenze della Cartiera Latina, via Appia Antica 42

Agenda: Il Maggio dei Libri 2019

maggioSLIDE02.jpgÈ aperta la banca dati de Il maggio dei libri 2019.

Scuole, associazioni, gruppi di lettori, commercianti… insomma, tutti sono invitati a partecipare e, perché no?, organizzare incontri intorno ai libri e alla lettura, per costruire comunità che leggono, che si incontrano e si ritrovano intorno agli autori o ai temi preferiti.

Coloro che sono un po’ più incerti o timorosi possono attingere all’archivio de “ll maggio dei libri” degli anni precedenti e dovrebbero approfittare anche di questa comunità per un mutuo aiuto. Costruire una nuova cultura nelle nostre varie comunità appartenenza (scolastica, territoriale ecc.) che valorizzi la lettura non è un processo facile e tanto meno veloce, ma da qualche parte bisogna pur cominciare.

Anche alla Bologna Children’s Book Fair, si è parlato molto della difficoltà di cambiare la cultura della scuola, la filosofia educativa (ma anche quella delle diverse comunità territoriali): l’attenzione viene spesso catturata dalle “novità” tecnologiche, mentre il discorso intorno alla lettura, all’importanza delle competenze di lettura in una società complessa e mutevole come la nostra, e della “bibliodiversità”  è di più difficile ricezione.

Probabilmente deve essere proposto in modo più leggero, accessibile, divertente?, utilizzando più strategie e canali. Scusate la digressione… Intanto, buoni preparativi per “Il Maggio dei Libri 2019“!

IlMaggioLogoRicostruitoBN17.png

Noi e gli altri: una novità da Più Libri Più Liberi 2018

Noi-e-gli-altri.JPG

Il 7 dicembre scorso abbiamo seguito per voi alla “Nuvola”, che ospita “Più Libri Più Liberi“, l’interessante presentazione di “Noi e gli altri” (Roma, Città Nuova), una raccolta di tredici racconti di vario genere (fantascienza, biografico ecc.) sul tema delle migrazioni, scritti da studenti delle scuole secondarie superiori, selezionati dal Cepell e dall’Atlante digitale del ’900 letterario nell’ambito del concorso letterario “Scriviamoci 2018”.

Nella sala gremitissima, il pubblico ha seguito con grande attenzione gli interventi del Presidente Cepell Romano Montroni, dello scrittore Nello Scavo, dei funzionari Cepell Assunta Di Febo e Carlo Albarello (curatori del volume), coordinati dalla giornalista Maria Teresa Laudando. Le giovanissime autrici Giulia e Sara hanno contribuito con riflessioni profonde ed efficaci.

Un plauso ai curatori del libro (con introduzione di Flavia Cristiano), Carlo Albarello e Assunta Di Febo, agli organizzatori di  “Scriviamoci”, all’editore che ha creduto nell’opera e soprattutto ai giovani autori di cui vi diamo un assaggio (per il resto, passate in biblioteca o in libreria).

«È da un po’ di tempo ormai che si sta stretti sul nostro pianeta e la situazione è diventata abbastanza precaria: ci sono persone che viaggiano fino a noi da pianeti lontani, solcando i mari della galassia su pesanti piattaforme di metallo, per scappare da luoghi che si sgretolano sempre di più, di giorno in giorno».

SAM_1056.JPG

SAM_1052 (Small)