Percorsi teatrali: presentazione (19.11.2011, ore 16)

Sabato 19 novembre 2011, alle ore 16.00 presso la Sala Utòpia (Via Appia Nuova 1067- Roma) Alessio De Caprio e Francesca Giorgini vi invitano a partecipare alla presentazione dei percorsi teatrali che svolgeranno durante l’anno 2011-2012 nella nuova sala dell’Associazione Culturale GIANDEIBRUGHI (via Appia 1067, Roma – Statuario) con il seguente programma:

Ore 16.00 Presentazione PERCORSO BAMBINI: Sulle ali della fantasia – Un percorso sopprattutto ludico che ha come obiettivo la scoperta del gioco teatrale che permetterà, grazie alle potenzialità creative dei bambini- attori, coadiuvati dall’insegnante , la costruzione di un testo o teatrale.
Ore 16.15 Presentazione PERCORSO RAGAZZI: Voci di altri – Creazione e messa in scena di uno spettacolo, attraverso esercizi, letture, giochi, improvvisazioni e studio di un personaggio. Il conduttore- insegnante cercherà di trasmettere i mezzi tecnici per controllare la propria emotività , trovare situazioni nuove e restituire al meglio le emozioni e le immagini che un testo raccoglie in sé.
Ore 16:30 Presentazione PERCORSO ADULTI: Parole, parole, parole – Rivolto ai più grandi che desiderano mettersi in gioco. Il corso è finalizzato alla messa in scena di uno spettacolo.


A seguire piccolo aperitivo.
Informazioni: Tel. 06.7180864 cell. 347 1708737. E-mail : info@giandeibrughi.com

Conferenza ignaziana

 Nell’ambito dell’«Anno Ignaziano 2011-2012», si è svolta oggi 22 ottobre 2011, con una buona risposta da parte del pubblico, la conferenza “Sant’Ignazio di Antiochia, maestro di vita cristiana“. Grazie al contributo dei relatori intervenuti, sono stati affrontati vari aspetti, alcuni più specifici legati al martire antiocheno, altri di più ampio respiro inerenti al credere oggi nella società complessa.

Il benvenuto del Parroco don Gilberto Serpi e la presentazione della conferenza a cura di Luisa, responsabile della Biblioteca Statuario e componente del Comitato Ignaziano, hanno aperto i lavori. Padre Enrico Cattaneo, dopo aver puntualmente inquadrato il periodo storico, illustrato i culti allora diffusi – Attis, Mitra ecc. – e le ragioni della grandezza di Antiochia, si è soffermato sulla diffusione del Cristianesimo, sulla figura di Ignazio e sul suo contributo fondante alla cristologia.

Cecilia Romana Costa (Università “Roma Tre”) ha ripreso l’aspetto della esemplarità del comportamento (quale fu quello di Ignazio), con riferimento a quanto Giovanni Paolo II ebbe a sottolineare: mai come oggi c’è “bisogno di testimoni coerenti”; anche la sociologia contemporanea ci indica ciò che efficacemente era stato evidenziato dall’allora card. Ratzinger, che la società odierna ha una “nostalgia struggente di Dio”. Ed è qui che si inserisce l’attualità del messaggio ignaziano, quando definisce il Vangelo, “la novità della speranza”: tanto più necessaria oggi in un mondo che sembra non averne più. La società dei consumi veloci non soltanto degli oggetti, ma anche di affetti, amicizie, amore, religione, è da una parte pervasa da un eccesso di razionalità strumentale, ma dall’altra da superficialità, emotività. Sarebbero necessari – ha puntualizzato la studiosa – tempi lunghi, tempi di riflessione, che la parrocchia, per missione e dimensione, può aiutare. Inoltre, mai come oggi, venuta meno la forza della tradizione, la fede è sempre più una scelta deliberata.

Il giornalista David Murgia, che “legge” (e riferisce), con le lenti del cristiano, quanto avviene nel mondo, ha richiamato la responsabilità dei parroci a vivere più coraggiosamente la vita consacrata in mezzo alla gente, sollecitare testimonianze esemplari anche come antidoto a modelli imposti da certa televisione. C.R.Costa, a questo proposito, ha però sottolineato come la televisione veicoli modelli positivi o susciti, tramite alcune fiction o servizi, interessi e riflessioni.

L’attore Alessio De Caprio (Ass.Cult. “giandeibrughi”), che nel corso dell’incontro aveva letto brani dalle lettere ignaziane, ha concluso l’intenso pomeriggio con una emozionante lettura di un originale credo, elaborato da padre Cattaneo sulla base dei testi ignaziani, pubblicato in “Civiltà cattolica” nel 2010.

Bucefalo, pugilatore (Roma 17.09.2011, ore 24)

Riguardo allo spettacolo “Bucefalo, pugilatore“, di e con Alessio De Caprio, che si terrà nell’ambito della “notte della Cabbalà” vi segnaliamo l’articolo di Annalisa Ciuffetelli pubblicato in teatro.org.

Roma Ebraica (17-18 settembre 2011)

Siete in cerca di un interessante diversivo per questa sera? Prendete allora in considerazione “La notte della Cabbalà“, la notte bianca di “Roma Ebraica“, in programma dalle 20.30 alle 2.30 di stanotte. Tra i numerosi eventi – tutti gratuiti! – come spettacoli, degustazioni, visite guidate, vi segnaliamo lo spettacolo “Bucefalo, pugilatore“, diretto e interpretato dal “nostro” attore Alessio De Caprio, in programma alle ore 24 al Palazzo della Cultura a Portico d’Ottavia. Non mancate!

Il libro e le sue voci (28.05.2011, ore 17)

Vi rinnoviamo l’invito a partecipare all’incontro in programma sabato prossimo 28 maggio 2011, alle ore 17, presso la Sala Polivalente (via Squillace, 3 – Roma): quali forme e formati può prendere il libro? Come sta cambiando la lettura? Cosa significa essere autori, editori, lettori, attori oggi? Venite a scoprirlo!

Il libro e le sue voci. Autori, editori, attori in cerca di lettori

 

Sabato 28 maggio 2011, ore 17 c/o Sala Polivalente

Nell’ambito della manifestazione nazionale  “Il Maggio dei Libri“, la Biblioteca Statuario in collaborazione con l’Associazione culturale GIANDEIBRUGHI invita a partecipare all’incontro con gli scrittori Marina Plasmati, autrice de Il viaggio dolce (Dulcamara 2010) e Gianmarco Spineo, autore di Serata strana per Giò Lampadina (DEd’A 2010), gli editori Michele Castrucci ( “OTTO editore multimediale”), Francesco Giubilei il più giovane editore al mondo ( “Historica”) e autore del libro “Chi è Charlie?”, gli attori Alessio De Caprio e Francesca Giorgini (Ass. GIANDEIBRUGHI), inoltre: Daniele Dell’Orco, caporedattore della rivista-portale http://www.scrivendolo.it e Andrea Pecchia, autore e illustratore di “Serata stana per Giò Lampadina” (DEd’A edizioni).

Tutte queste diverse “voci” del mondo del libro e della lettura si incontrano, confrontano ed esplorano insieme le nuove e imprevedibili modalità di incontro tra il lettore e il testo e di fruizione del libro, anche in forme e formati diversi da quelli tradizionali. Le voci di Alessio De Caprio e Francesca Giorgini ci offrono un assaggio delle opere dei giovani autori ed editori.

Vi aspettiamo in Sala Polivalente c/o Parrocchia S.Ignazio di Antiochia (Roma – Via Squillace, 3)

Sabato 28 maggio 2011, ore 17

Info e prenotazioni: bibliostatuario@libero.it

Il libro e le sue voci (28.05.2011)

Nell’ambito della manifestazione il “Maggio dei Libri“, la Biblioteca Statuario in collaborazione con l’Associazione culturale GIANDEIBRUGHI invita a partecipare all’incontro “Il libro e le sue voci. Attori, autori, editori in cerca di lettori“.

Intervengono gli scrittori Marina Plasmati e Gianmarco Spineo, gli editori “OTTO editore multimediale” e “Historica”, gli attori Alessio De Caprio e Francesca Giorgini (Ass. GIANDEIBRUGHI).

Alcune delle diverse “voci” del mondo del libro e della lettura si incontrano ed esplorano insieme le nuove e imprevedibili modalità di incontro tra il lettore e il testo e di fruizione del libro, anche in forme e formati diversi da quelli tradizionali. L’incontro offre la possibilità di conoscere da vicino l’esperienza e il punto di vista di Marina Plasmati, autrice de “Il viaggio dolce” (Dulcamara 2010), Gianmarco Spineo nella duplice veste di autore ed editore (http://home.ottoeditore.com/), Francesco Giubilei (“Historica”, http://www.historicaedizioni.com/) il più giovane editore italiano. Inoltre, le voci di Alessio De Caprio e Francesca Giorgini ci offriranno un assaggio delle opere dei giovani autori ed editori.

Vi aspettiamo in Sala Polivalente c/o Parrocchia S.Ignazio di Antiochia (Roma – Via Squillace, 3)

Sabato 28 maggio 2011, ore 17

Info e prenotazioni: bibliostatuario@libero.it