Parole & Note (il giorno dopo…)

Ieri sera la musicalità e profondità dei versi di Francesco Onírige, Marzia Spinelli e Michele Tortorici hanno incontrato il raffinato repertorio di musiche proposto da Monica Limongelli (Arts Academy) e Antonella Tondi (AIMA) regalando momenti di grande emozione e intensità al numeroso pubblico presente che ha mostrato un vivo apprezzamento per la serata.  Ecco qui qualche foto della serata.

Annunci

Poesia & Musica in Sala Polivalente

Tutto pronto in Sala Polivalente per accogliere i poeti  Francesco Onírige, Marzia Spinelli e Michele Tortorici, e le strumentiste Antonella Tondi (chitarra) e Monica Limongelli (flauto) e, soprattutto, un pubblico che ci auguriamo numeroso e pronto ad accogliere il messaggio di dialogo interculturale e di pace, come auspicato dall’UNESCO, promotrice della Giornata mondiale della Poesia.

Parole & Note (20.03.2010, ore 19): Michele Tortorici

 Originario di Favignana, Michele Tortorici vive a Velletri e lavora a Roma. Insegnante di Lettere nei Licei e studioso di letteratura italiana, da oltre quindici anni, affianca a saggi di critica e storia letteraria studi sulla logica ipertestuale e sui media digitali. Come poeta, incoraggiato da Mario Lunetta, ha fatto il suo esordio a sessant’anni con La mente irretita (Manni, 2008) libro che contiene versi scritti tra il 2002 e il 2007 e che lo ha fatto conoscere, oltre che in Italia, anche in Francia. Nel 2009 ha pubblicato I segnalibri di Berlino, quattro poesie seguite dalla traduzione in tedesco (Campanotto) di cui ti proponiamo questo passo:

Dove camminiamo, qui a Berlino i nostri passi sono improvvisati segnalibri, linee tracciate con la matita sotto righe che chi ha scritto ha scritto per far dire alla terra una preghiera per non farci voltare e fare finta di non avere visto“.
In tedesco suona così: “Wo wir hier in Berlin laufen,sind unsere Schritte plötzlich erscheinende Lesezeichen,
gezeichnet mit Bleistift unter Zeilen, die jemand dafür geschrieben hat, dass aus der Erde ein Gebet sich erhebt, damit wir uns nicht umdrehen und so tun als hätten wir nichts gesehen.”

Vuoi sapere qualcosa di più su Michele? Visita il suo sito.

Parole & Note (20.03.2010, ore 19): Marzia Spinelli

Marzia Spinelli è nata nel 1957 a Roma dove vive e lavora presso un Ente pubblico. Studi classici. Tra i fondatori della rivista Línfera, per il Movimento della Neorinascenza letteraria, nata nel 2006, di cui è attualmente redattrice.
In passato ha collaborato ad altre riviste di arte e letteratura, sulle quali sono apparsi suoi articoli e testi in prosa. Testi poetici sono stati pubblicati nell’Antologia dei Poeti di Zone (Bagatto, 1990) e Partendo dalla sala infera (Notegen, 2005). Nel 2009 ha pubblicato l’opera prima Fare e disfare edita da LietoColle.

Vuoi leggere qualcosa di Marzia? Guarda qui!

Parole & Note (20.03.2010, ore 19): Antonella Tondi e Monica Limongelli

Antonella Tondi (chitarra) e Monica Limongelli (flauto)

Cominciamo con questa prima scheda la conoscenza con gli artisti che incontreremo sabato prossimo.
Vi presentiamo il duo composto da Antonella Tondi (chitarra classica) e Monica Limongelli (flauto).

Abbiamo già avuto modo di conoscere e apprezzare Antonella e i suoi allievi dell’AIMA in occasione del concerto pro OPAM dell’8 dicembre scorso. Ecco in breve il suo profilo.          Antonella Tondi si è diplomata in chitarra presso il Conservatorio F.Morlacchi di Perugia. Ha seguito i Corsi di perfezionamento tenuti da Angelo Ferraro ad Amalfi, Chamarande (Parigi), Nettuno, Sapri, Taranto.  Ha conseguito il diploma del corso triennale di chitarra della Scuola Superiore di Musica dell’Accademia Musicale Pescarese dove successivamente ha collaborato in qualità di assistente. Ha suonato in Italia e all’estero come solista, in concerti per chitarra e orchestra e in formazioni da camera.  Dal 1991 è chitarra solista dell’Insieme Cameristico Italiano diretto da Angelo Ferraro con cui ha tenuto concerti in Italia, Francia, Grecia, Egitto e Portogallo. el 1992 ha registrato in prima esecuzione per la RAI il “Quartetto” di V.Mortari.  Collabora con Irene Bottaro (mezzo soprano) con cui esegue repertorio spagnolo per questa formazione e con la flautista Monica Limongelli.   Affianca all’attività concertistica quella didattica collaborando con associazioni musicali e scuole di musica. Attualmente insegna chitarra presso l’ “Accademia Italiana Musica ed Arte” di Roma (molti dei suoi allievi si sono distinti quali vincitori in concorsi chitarristici nazionali).  Ha tenuto conferenze di argomento musicale, scritto articoli e note di sala. È stata commissario d’esame per le materie musicali in diversi ordini di scuole e ha fatto parte di commissioni d’esame nei conservatori musicali di Stato.

Ecco ora il profilo di Monica. 

Monica Limongelli, romana, si è diplomata al Conservatorio di Musica “F. Morlacchi” di Perugia sotto la guida del M° Deborah Kruzansky. Ha preso parte attiva ai corsi di perfezionamento dei Maestri Raffaele Trevisani, Giuseppe Nova, Julius Baker, Maxcence Larrieu. E’ stata primo flauto ospite dell’Orchestra della Filarmonica di Lviv (Ucraina) durante le tournées italiane 1996, ’97, ’03. Ha fatto parte dell’ensemble di flauti scelti per il II Festival “Donne in Musica” (Fiuggi 1997), iniziando così una proficua collaborazione con compositrici italiane e non, che le hanno dedicato nuove musiche. Ha approfondito la conoscenza del repertorio contemporaneo attraverso i seminari di Annamaria Morini (Bologna 2000). Ha conseguito il primo premio assoluto al Concorso Internazionale “F. Schubert”, sez. flauto solo nel ‘900, (Ovada 2000). Svolge intensa attività concertistica in varie formazioni da camera in Italia e all’estero. Nel 2006 ha conseguito, con il massimo dei voti,  il Diploma Accademico di II livello in Flauto (Conservatorio di Musica di Perugia). Ha inoltre ampliato i suoi orizzonti culturali conseguendo la Laurea in Lettere presso l’Università di Roma “La Sapienza”. È docente di flauto presso l’Arts Academy di Roma.