ISLD 2007

isld2007wallpaper-medium.jpg

Oggi, quarto lunedì di ottobre,  è l’International School Library Day, la giornata mondiale che la IASL ha dedicato alle biblioteche scolastiche, un’occasione anche per le scuole della nostra zona (Statuario-IV Miglio e Capannelle) per promuovere la biblioteca scolastica o, se ancora non hanno avviato una accorta riflessione sul valore e il ruolo della biblioteca nel processo di apprendimento,  per cominciare a farlo, all’occorrenza venendo a trovarci per avviare una proficua collaborazione a sostegno del percorso di crescita dei ragazzi.

Non mancate alla mostra “Magic Pencil“, che si rivolge in particolare alle scuole! Sono infatti in preparazione laboratori e visite guidate per conoscere meglio le 13 “matite magiche” in mostra.

Un successone il Concerto d’organo!

concerto-21-10-2007-medium.jpg

Grande successo il concerto d’organo stasera a S.Ignazio di Antiochia! L’organista Enrico Aulicino ha offerto al numeroso pubblico presente un ricco programma, suonato con competenza e passione:

I parte: Girolamo Frescobaldi (1583-1644) Fuga in La minore; Johann Sebastian Bach (1685-1750) Preludio corale: Ich ruf ‘zu dir, Jesu Christ (Io t’invonco, Gesù Cristo) – Aria sulla IV corda (dalla suite n° 3 in Re maggiore, trascrizionedi A. Esposito); Baldassarre Galuppi (1706-1785) Allegro in La minore; Johann Sebastian Bach (1685-1750) Toccata e fuga in Re minore.

II parte: Marc-Antoine Charpentier (1634-1704) Preludio al “Te Deum” (trascrizione di Noel Rawsthorne); Johann Sebastian Bach (1685-1750) Pastorale in Fa maggiore (in 4 movimenti); Sigfrid Karg-Elert (1877-1933) Oh my soul rejoice with gladness (Anima mia rigiosci con piacere); César Franck (1822-1890) Corale n° 3 in La minore.

La bella serata si è conclusa con la partecipazione corale delle Religiose dello Statuario con la Cantata all’antica “Con tutto il cuore io ti cerco” di G.Françoise Dandrieu (1684-1739) e un magnifico e coinvolgente “Inno alla gioia“.

Don Giuseppe e Don Gilberto hanno donato una targa come piccolo segno tangibile della riconoscenza e del ringraziamento da parte di tutta la comunità per i 44 anni di servizio di Enrico come organista, sempre appassionato, disponibile e modesto. 

Insieme…

dscf0007-medium.jpg

Passaggio di consegne tra don Giuseppe e don Gilberto alla presenza del Card. Camillo Ruini oggi a S.Ignazio. La Sala Polivalente ha accolto il folto pubblico dei collaboratori, impegnati a vario titolo nelle attività pastorali, sociali e culturali, convenuti per partecipare al simbolico passaggio di testimone. Don Giuseppe ha illustrato a Mons. Ruini le direttrici – liturgia, catechesi, carità – lungo le quali si sono articolati impegno, servizi e attività della Parrocchia e ha tracciato, anche con alcune cifre, il profilo di una Parrocchia vivace: da matrimoni e battesimi alla cura degli ammalati, dall’attività dei vari gruppi (post-cresima, adulti ecc.) alla Caritas, al Gruppo Alcolisti Anonimi, il Ballo, la Banda ecc., un lungo percorso tracciato da 22 anni in qua, sul solco avviato da don Giovanni Scorza ben 55 anni fa, quando è nata la Parrocchia. Un’eredità importante e impegnativa, che è stato possibile costruire insieme, come ha sottolineato don Giuseppe, con l’impegno di tutti, così come soltanto insieme, con la bellezza dello stare insieme, ha detto il neo-parroco don Gilberto, sarà possibile portare avanti e sviluppare ulteriormente.

Il Cardinal Vicario Ruini ha mostrato interesse e apprezzamento per la vitalità e la vivacità della Parrocchia, sottolineando la necessità della corresponsabilità di tutti i parrocchiani nel testimoniare la fede e la consapevolezza cristiana con spirito missionario, soprattutto in un momento di grande crisi (della famiglia, delle vocazioni ecc.). In particolare, soprattutto pensando ai ragazzi, l’azione importante dei catechisti deve essere informata alla pazienza (carità) e perseveranza, e avere contenuti della fede significativi, che sappiano parlare ai giovani e in grado di costituire un punto di riferimento forte. Gli abbandoni, le contestazioni non devono spaventare: sono fenomeni fisiologici (e molto spesso montati dai media), mentre, sul versante del nuovo e mutevole tessuto sociale, sempre più multiculturale, serve alla comunità cristiana una serena maturità che, nel rispetto dell’altrui, non smarrisca il senso della propria identità.

Tutti alla castagnata domenica 21 ottobre mattina!

chestnuts-medium.JPG

Domenica 21 ottobre, dopo la messa delle ore 10 (cioè verso le 11), tutti alla castagnata di beneficenza! Caldarroste per tutti! Inoltre chi ne acquisterà scorta per casa aiuterà il Foyer de Charitè di Ronciglione. E se la scorta dovesse risultare superiore alle necessità, non scoraggiatevi: potete sbizzarrirvi con le tante ricette a base di castagne nei vari libri della biblioteca. Date un’occhiata!