Buon Natale e …buona lettura!

dscf0011.JPG

BiblioStatuario augura a tutti un Buon Natale, un 2007 di pace

e …tanta lettura

Annunci

Siamo nell’OPAC!

OPAC uniroma1

Sei alla ricerca di un libro e non sai presso quale biblioteca puoi trovarlo? Prima di recarti in biblioteca, puoi cercare negli OPAC (cataloghi bibliografici consultabili in rete), vedere se il libro che cerchi è posseduto da una o più biblioteche, quindi scegliere quella che ti rimane più facile raggiungere. 

Anche la Biblioteca Statuario è in OPAC, ma la catalogazione dei libri secondo standard è stata recentemente avviata con un nuovo programma: pertanto per avere informazioni dettagliate su ciò che è disponibile in sede, è bene che contatti la biblioteca per telefono (067187093) o mail (bibliostatuario@libero.it) oppure che ti rechi presso di essa.

http://opac.uniroma1.it: questo è l’indirizzo web della pagina dalla quale si possono effettuare le ricerche bibliografiche nell’OPAC che fa capo all’Università degli Studi “Sapienza” di Roma. Si può cercare un libro, un periodico ecc. (per titolo, autore, parola chiave ecc.) in tutti i cataloghi (bisogna selezionare la voce “Tutti” nel riquadro “Sistema” e “Tutte” in “Biblioteche”) oppure soltanto in un catalogo, per esempio, quello della Biblioteca Statuario. In questo caso, nel riquadro “Biblioteche” bisogna selezionare “Biblioteca Statuario” e inserire i termini nel campo appropriato, per esempio, Eco, nel campo “Autore”).

Libri e non solo…

La “Biblioteca Statuario”, nel suo piccolo, intende offrire alla comunità locale stimoli culturali, suscitare curiosità e interessi non soltanto con l’offerta di lettura, ma anche mediante incontri con esperti, laboratori, iniziative varie tra le quali visite guidate e alcune mostre che si svolgeranno periodicamente.

A questo proposito, pur nel limitato spazio, è possibile apprezzare (fino a gennaio 2007) le belle tavole illustrate da Junakovic, esposte assieme ai relativi libri della collana “Pazzoo”, che purtropppo non viene più pubblicata. Inoltre nella teca sono esposte alcune edizioni del nostro …”piccolo fondo antico” e, siccome non c’è due senza tre, vi è un’area dedicata alla documentazione gentilmente fornita dalla Biblioteca dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il cui settore Formazione e Informazione è impegnato in progetti di divulgazione scientifica come Nautilus.