LIBRI COME Festa del libro e della lettura

LIBRI COME Festa del libro e della lettura dal 25 al 28 marzo 2010 all’Auditorium Parco della Musica, Roma
http://www.auditorium.com

TUTTO IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI IN AUDITORIUM
http://www.auditorium.com/eventi/festival/4952385

TUTTO IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI IN GARAGE
http://www.auditorium.com/eventi/4966784

Un libro non nasce per caso. Dietro a ogni pagina ci sono il talento di uno scrittore, il lavoro di un editore, la passione di un lettore. E non solo. Come dimenticare la creatività dei responsabili della promozione, la competenza dei librai, l’impegno divulgativo dei bibliotecari? A tutte queste figure che orbitano attorno al mondo dell’editoria, è dedicata Libri Come, la grande festa del libro e della lettura in programma da giovedì 25 a domenica 28 marzo 2010 all’Auditorium Parco della Musica di Roma.
Un appuntamento nuovissimo, nato da un’idea di Marino Sinibaldi, promosso e organizzato dalla Fondazione Musica per Roma, che si propone al panorama delle fiere e degli eventi letterari italiani e internazionali con una modalità originale. Partendo innanzitutto da un radicale spostamento del punto d’osservazione sull’editoria: l’obiettivo non viene più puntato sul cosa, ma sul come. Per una volta, non si cerca di rispondere alla domanda tradizionale “che cosa è un libro?”, preferendo sostituirla con un più ampio ventaglio di quesiti: “come viene scritto, stampato, pubblicato, venduto e letto un libro?”. A rispondere sono gli ospiti della festa, a cominciare dagli autori che svelano al pubblico i segreti del loro mestiere: l’ispirazione, le tecniche di scrittura, quelle piccole abitudini quotidiane su cui spesso si fonda un libro di successo. Lo sguardo di Libri Come non si ferma però alle stelle più luminose e visibili del mondo della letteratura, gli scrittori. L’Auditorium si offre come punto d’incontro e di riflessione per tutti i protagonisti della filiera dei libri, attraverso un articolato calendario di tavole rotonde che puntano a fare un po’ di luce su un mondo di solito confinato dietro le quinte.
—————————————-
info: biglietti €2 Auditorium- garage ingresso libero fino esaurimento posti
promozione@musicaperroma.it
http://www.auditorium.com

Giornata mondiale dell’acqua (22.03.2010)

 Oggi è la 18.a giornata mondiale dell’acqua, un bene e un diritto prezioso e vitale, di cui sono private ancora troppe persone in tanti paesi, per esempio in Africa, e messo fortemente in discussione nel momento in cui, come da noi, viene privatizzato.

Il tema affidato dalle Nazioni Unite per l’edizione di quest’anno è “Acqua pulita per un mondo sano”, qualità dell’acqua come salute.

Visita il sito ufficiale della giornata dell’acqua.

Parole & Note (il giorno dopo…)

Ieri sera la musicalità e profondità dei versi di Francesco Onírige, Marzia Spinelli e Michele Tortorici hanno incontrato il raffinato repertorio di musiche proposto da Monica Limongelli (Arts Academy) e Antonella Tondi (AIMA) regalando momenti di grande emozione e intensità al numeroso pubblico presente che ha mostrato un vivo apprezzamento per la serata.  Ecco qui qualche foto della serata.

Maratona di Roma

Oggi Roma è stata invasa dalla pacifica e variopinta schiera dei maratoneti di professione e amatoriali! Qualche disagio per il traffico, ma nel complesso tanta festa, soprattutto per il vincitore, l’etiope Siraj Gen con il tempo di 2h08’39”! Etiope anche la tripletta tra le donne: 1) Firehiwot Dado (2h 25′ 28″ ), 2) Haile (2h 25′ 31″), 3) Dibaba (2h 25′ 38″).

Poesia & Musica in Sala Polivalente

Tutto pronto in Sala Polivalente per accogliere i poeti  Francesco Onírige, Marzia Spinelli e Michele Tortorici, e le strumentiste Antonella Tondi (chitarra) e Monica Limongelli (flauto) e, soprattutto, un pubblico che ci auguriamo numeroso e pronto ad accogliere il messaggio di dialogo interculturale e di pace, come auspicato dall’UNESCO, promotrice della Giornata mondiale della Poesia.

San Giuseppe

Guido Reni: San Giuseppe (XVII sec.)

19 marzo, giorno della memoria dedicato a San Giuseppe e tradizionale “Festa del papà” (… e dei golosi bignè). A proposito di San Giuseppe, leggiamo in “Santi e Beati”:

“Questa celebrazione ha profonde radici bibliche; Giuseppe è l’ultimo patriarca che riceve le comunicazioni del Signore attraverso l’umile via dei sogni. Come l’antico Giuseppe, è l’uomo giusto e fedele (Mt 1,19) che Dio ha posto a custode della sua casa. Egli collega Gesù, re messianico, alla discendenza di Davide. Sposo di Maria e padre putativo, guida la Sacra Famiglia nella fuga e nel ritorno dall’Egitto, rifacendo il cammino dell’Esodo. Pio IX lo ha dichiarato patrono della Chiesa universale e Giovanni XXIII ha inserito il suo nome nel Canone romano. (Mess. Rom.) ”

Vuoi saperne di più? Visita qui

Auguri anche all’Istituto “San Giuseppe” in via Squillace e a quello in via Rabbello (IV Miglio)!