I murales dello Statuario

Curiosi di sapere qualcosa di più dei murales dello Statuario?

Vi proponiamo la serie di interviste realizzate da Michele Pizzuti.

Intervista a Stefano Antonelli, curatore del progetto:

1. parte

2. parte

3. parte

4. parte: ulteriori progetti in zona? quali materiali e tecniche utilizzati?

5. parte: parete verso via Taurianova

6. parte: parete verso via Oppido Mamertina

Infine:

7. parte: incontro con l’artista “Gaia”

BiblioStatuario: 10 anni!

BiblioStatuario-10anni-2.jpg

La Biblioteca Statuario, più familiarmente BiblioStatuario, il 17 ottobre 2016 spegne 10 candeline esatte esatte dall’inaugurazione, avvenuta appunto 10 anni fa, dopo notevoli interventi di ristrutturazione, riorganizzazione e informatizzazione.

L’evento, fortemente voluto proprio in concomitanza delle celebrazioni per il giorno della memoria del Patrono S. Ignazio di Antiochia, dall’allora parroco Mons. Giuseppe Attard, a sottolineare l’appartenenza della biblioteca alla Parrocchia e, contemporaneamente, il rapporto di questa con il territorio anche grazie ai servizi bibliotecari, aperti a tutti, nello spirito del Manifesto IFLA-Unesco sulla biblioteca pubblica.

bibliostatuario-10anni-1

 

 

Andrew Pisacane in azione allo Statuario

Non capita tutti i giorni di vedere uno “street artist”, un “graffitaro” di qualità in azione. È quello che sta accadendo in questi giorni allo Statuario, precisamente all’Hotel Capannelle (via Siderno, Roma) che, tramite  999contemporary, ha affidato la decorazione delle superfici esterne al newyorkese Andrew Pisacane, in arte Gaia Streetart, residente a Baltimora, nel Maryland (USA).

Il giovane artista, laureatosi in Belle Arti al Maryland Institute College of Art, a Baltimora, vanta tantissime installazioni e opere in mostra in varie parti del mondo – The Baltimore Museum of Art, Rice Gallery, Palazzo Collicola Arti Visive, Berlino ecc. -. Le sue opere di strada sono state documentate da vari giornali, riviste d’arte, libri e cataloghi specializzati sull’arte urbana. Già nel 2010 era considerato uno dei cento artisti di strada più importanti al mondo in Beyond the Street: The 100 Leading Figures in Urban Art (Berlin, Gestalten, 2010).

Nell’opera in corso di realizzazione è possibile rintracciare notevoli citazioni storiche e artistiche che la legano al territorio, come Appio Claudio e l’omonimo Acquedotto, oppure la sagoma di Goethe che rimanda al celebre Goethe in der Roemischen Campagna “Goethe in der Roemischen Campagna (Goethe in the Roman Campagna)“, dipinto nel 1787 da Johann Heinrich Wilhelm Tischbein che aveva ospitato a Roma il famoso scrittore, tutelandone l’anonimato.

Il dibattito sulla street art – vandalismo o arte pubblica? – è sempre piuttosto animato, ma l’efficace narrazione visiva che possiamo ammirare ci fa propendere, in questo caso, per la seconda.

AppioNews

tn_combomag_header_logoA quanti ancora non lo conoscono segnaliamo “AppioNews“, il blog del 7° Municipio, presente anche su Facebook e altri social network. Tante le rubriche (politica, cronaca, ambiente ecc.). Tra le informazioni utili, vi sono anche quelle su iniziative, come le visite culturali, che aiutano a conoscere più approfonditamente, amare e proteggere la realtà locale, ricca anche di testimonianze archeologiche di primaria importanza, come la Villa dei Sette Bassi (visita guidata prevista per il 25 settembre), o le “pedalate” come “RomapedalaSettimo”, in programma il 18 settembre per sensibilizzare sull’urgenza della realizzazione delle piste ciclabili, in occasione della Settimana europea della Mobilità (European Mobility Week), quest’anno dal 16 al 22 settembre.