Noi e gli altri: una novità da Più Libri Più Liberi 2018

Noi-e-gli-altri.JPG

Il 7 dicembre scorso abbiamo seguito per voi alla “Nuvola”, che ospita “Più Libri Più Liberi“, l’interessante presentazione di “Noi e gli altri” (Roma, Città Nuova), una raccolta di tredici racconti di vario genere (fantascienza, biografico ecc.) sul tema delle migrazioni, scritti da studenti delle scuole secondarie superiori, selezionati dal Cepell e dall’Atlante digitale del ’900 letterario nell’ambito del concorso letterario “Scriviamoci 2018”.

Nella sala gremitissima, il pubblico ha seguito con grande attenzione gli interventi del Presidente Cepell Romano Montroni, dello scrittore Nello Scavo, dei funzionari Cepell Assunta Di Febo e Carlo Albarello (curatori del volume), coordinati dalla giornalista Maria Teresa Laudando. Le giovanissime autrici Giulia e Sara hanno contribuito con riflessioni profonde ed efficaci.

Un plauso ai curatori del libro (con introduzione di Flavia Cristiano), Carlo Albarello e Assunta Di Febo, agli organizzatori di  “Scriviamoci”, all’editore che ha creduto nell’opera e soprattutto ai giovani autori di cui vi diamo un assaggio (per il resto, passate in biblioteca o in libreria).

«È da un po’ di tempo ormai che si sta stretti sul nostro pianeta e la situazione è diventata abbastanza precaria: ci sono persone che viaggiano fino a noi da pianeti lontani, solcando i mari della galassia su pesanti piattaforme di metallo, per scappare da luoghi che si sgretolano sempre di più, di giorno in giorno».

SAM_1056.JPG

SAM_1052 (Small)