Figli e giochi di altri tempi

Un viaggio di oltre un secolo tra infanzia, giochi e giocattoli, è volato via veloce e interessante lo scorso 8 giugno. Partendo da alcune considerazioni basate sulla bella rassegna fotografica sulla rappresentazione dell’infanzia a cavallo tra 800 e 900, si è passati a parlare del gioco e della costruzione dei giocattoli come momento altamente formativo: osservazione della natura, sviluppo della manualità, dell’autonomia, dell’autostima, dei rapporti affettivi e sociali, della necessità del recupero di una corretta dimensione del gioco, attualmente regolata più dalle logiche di mercato.

Annunci

Umberto De Angelis, Univ.Roma Tre: Giocattoli di altri tempi (8.06.2010)

Cominiciamo a conoscere i relatori dell’incontro “Figli e giochi di altri tempi“, in programma l’8 p.v.

Interverrà il prof. Umberto De Angelis, Docente di “Ludoteconomia e programmazione delle attività e tecniche educative”, Facoltà di Scienze della Formazione, Università degli studi Roma Tre (nonché presidente della FLAIG), con un contributo dal titolo  “Giocattoli di altri tempi“.

Di che cosa si occuperà il relatore?

Ci presenterà, in maniera sicuramente coinvolgente, un itinerario di didattica laboratoriale finalizzato alla conoscenza dei giochi del passato. Durante tale percorso verranno mostrati alcuni giocattoli della tradizione popolare: oggetti da richiamo, bambole, trottole, sedie, carriole, eliche volanti ecc.
Seguirà una breve proiezione in diapositive (diatape) relativa ai giocattoli “effimeri-stagionali”: giocattoli con fiori, frutta, erba, ecc.
Lo scopo è quello di stimolare una riflessione sul carattere educativo del gioco, incoraggiando al tempo stesso una “ricerca” finalizzata al recupero e all’arricchimento del patrimonio ludico-popolare.

Figli e giochi di altri tempi (8.06.2010)

 Nell’ambito della Festa della Comunità, martedì 8 giugno alle ore 17,  si terrà un appassionante incontro, in collaborazione con le università “Sapienza” e “Roma Tre”, sull’infanzia e sui suoi giochi a Roma e nel Lazio tra 8 e ‘900. Intervengono i Proff  Luigi Stanziani e Umberto De Angelis. Seguiranno un laboratorio ludico e l’inaugurazione della mostra fotografica. Non mancate!

(A richiesta, attestato di partecipazione a fine incontro)

Incontro tra poesia e note (20.03.10, ore 19)

In preparazione una serata in occasione della Giornata mondiale UNESCO della Poesia.

Accompagneranno questo percorso tra parole e note Marzia Spinelli (redattrice di «linfera» e autrice di “Fare e disfare”),  Francesco Onirige (Premio Linfera 2008), Michele Tortorici (autore de “La mente irretita” e “I segnalibri di Berlino”), Monica Limongelli (docente di flauto presso l’Arts Academy di Roma) e Antonella Tondi (docente di chitarra presso l’Accademia italiana di musica e arte). Scarica la locandina.

Vi aspettiamo il 20 alle ore 19! Non mancate!

Memorie di carta

stanziani.jpgOggi 30 maggio si è svolto l’incontro di presentazione di Roma, la città della memoria. Guida agli archivi della città contemporanea, primo repertorio del Comune di Roma sugli archivi noti e meno noti –  alcuni davvero inconsueti o inaspettati -, di “una città antica e modernissima”  come Roma, che non finisce di sorprendere tanto lo studioso quanto il cittadino comune.

Luigi Stanziani, responsabile dell’Ufficio consigliere del Sindaco e curatore della guida(nonché docente alla Sapienza), non si è limitato a illustrare il repertorio, parlandoci dei criteri seguiti per la compilazione, delle difficoltà o resistenze incontrate nel raccogliere i dati, di alcuni archivi riportati ma anche dei tanti, per varie ragioni non inclusi: ci ha infatti mostrato anche documenti originali molto interessanti – bandi, lettere, contratti prenuziali ecc. – che hanno consentito un contatto ravvicinato tra tali suggestive fonti e memorie e i presenti (alcuni dei quali arrivati proprio da lontano!)  

Roma, città della memoria (30.05.07, h 18)

romamemoria1.jpgMercoledì 30 maggio, alle ore 18, non perdere l’incontro organizzato dalla biblioteca per presentare la guida agli archivi di Roma.

Il curatore, Luigi Stanziani (Comune di Roma), non solo ce la illustrerà, ma ci farà conoscere la ricchezza di tanti archivi nascosti che ci possono aiutare nelle nostre ricerche e ci mostrerà interessanti documenti (originali!).

(Per gli studenti e quanti ne hanno bisogno, attestato di partecipazione a fine incontro)