Parole & Note (20.03.2010, ore 19): Michele Tortorici

 Originario di Favignana, Michele Tortorici vive a Velletri e lavora a Roma. Insegnante di Lettere nei Licei e studioso di letteratura italiana, da oltre quindici anni, affianca a saggi di critica e storia letteraria studi sulla logica ipertestuale e sui media digitali. Come poeta, incoraggiato da Mario Lunetta, ha fatto il suo esordio a sessant’anni con La mente irretita (Manni, 2008) libro che contiene versi scritti tra il 2002 e il 2007 e che lo ha fatto conoscere, oltre che in Italia, anche in Francia. Nel 2009 ha pubblicato I segnalibri di Berlino, quattro poesie seguite dalla traduzione in tedesco (Campanotto) di cui ti proponiamo questo passo:

Dove camminiamo, qui a Berlino i nostri passi sono improvvisati segnalibri, linee tracciate con la matita sotto righe che chi ha scritto ha scritto per far dire alla terra una preghiera per non farci voltare e fare finta di non avere visto“.
In tedesco suona così: “Wo wir hier in Berlin laufen,sind unsere Schritte plötzlich erscheinende Lesezeichen,
gezeichnet mit Bleistift unter Zeilen, die jemand dafür geschrieben hat, dass aus der Erde ein Gebet sich erhebt, damit wir uns nicht umdrehen und so tun als hätten wir nichts gesehen.”

Vuoi sapere qualcosa di più su Michele? Visita il suo sito.

Parole & Note (20.03.2010, ore 19): Marzia Spinelli

Marzia Spinelli è nata nel 1957 a Roma dove vive e lavora presso un Ente pubblico. Studi classici. Tra i fondatori della rivista Línfera, per il Movimento della Neorinascenza letteraria, nata nel 2006, di cui è attualmente redattrice.
In passato ha collaborato ad altre riviste di arte e letteratura, sulle quali sono apparsi suoi articoli e testi in prosa. Testi poetici sono stati pubblicati nell’Antologia dei Poeti di Zone (Bagatto, 1990) e Partendo dalla sala infera (Notegen, 2005). Nel 2009 ha pubblicato l’opera prima Fare e disfare edita da LietoColle.

Vuoi leggere qualcosa di Marzia? Guarda qui!

Parole & Note (20.03.2010, ore 19): Francesco Onirige (Premio linfera 2008)

Ecco una breve presentazione di Francesco Onìrige, che avremo modo di conoscere sabato sera.

Innanzi tutto chi è Francesco? Francesco Onìrige è nato a Taranto nel 1973, ma vive da tempo principalmente a Roma, dove si è laureato in Lettere con indirizzo storico-artistico. Macerie costituisce la sua prima pubblicazione di rilievo. Una sua precedente raccolta di poesie, dal titolo Messinscena, è ancora inedita.

La raccolta di poesie “Macerie” si è  classificata al primo posto alla prima edizione del premio indetto dalla rivista Línfera.  Ne ha parlato anche la rivista di critica letteraria  “Anterem“: leggi qui alcuni versi di Francesco Onirige e la critica.